LA MADONNA CON IL BAMBINO, SAN GIOVANNINO E I SANTI BRUNO E GIROLAMO

Cultural Heritage 360 APS

• Autore: Bartolomeo Cesi (1556-1629)
• Datazione: 1582-1597 ca.
• Caratteristiche: dipinto murale-affresco cm 205 x 192
• Collocazione: Cimitero Monumentale della Certosa-Sala Weber
• Provenienza: foresteria grande, sala

A differenze degli affreschi della Certosa ora conservati alle Collezioni Comunali d’Arte un ulteriore superstite della decorazione murale del monastero (oltre al cosiddetto “corridoio dipinto”) risulta ancora visibile nella sua sede originaria. L’affresco realizzato da Bartolomeo Cesi raffigurante la Madonna con il Bambino, San Giovannino e i santi Bruno Girolamo si trova nella cinquecentesca foresteria grande ed è ritornato alla sua primigenia forza cromatica grazie ad un recente restauro.
Il dipinto è incorniciato da una grande ancona centinata di fattura successiva all’interno della quale si stagliano le figure in una “divina conversazione, in cui i moti dei personaggi si legano in un limpido e quasi dommatico rapporto di affetti reciproci e di coscienza gerarchica”.
Rispetto agli affreschi della cella priorale si nota qui una maggiore disinvoltura ed eleganza nella fattura e soprattutto una maggiore attenzione alla relazione emotiva tra le figure, sottolineata dalla descrizione che ne dava Alberto Graziani. Soprattutto gli sguardi della Madonna con i due fanciulli denotano una diversa maniera del Cesi, meno legato a stilemi tardi e orientato verso contatti più vividi con la resa naturalistica che mitiga la severità formale, fondamento della sua produzione matura.


Questi elementi sono confermati dal corrispettivo grafico dell’opera: un disegno preparatorio pubblicato da Mario Di Giampaolo e proveniente da una collezione privata londinese che, anche se differente dal dipinto in alcune varianti che riguardano l’aggiunta di Santa Elisabetta assieme alla posa della Vergine e dei bambini, evidenzia la dipendenza cesiana dallo studio dal vero.
Tutti gli indizi fanno propendere per una datazione collocabile alla fine del XVI secolo, probabilmente tra il 1582, anno di conclusione dell’ambiente, e il 1597, anno di conclusione della decorazione absidale. L’affresco si trova in quella che era la sala da pranzo della foresteria assieme ad altre rappresentazioni tra le quali spicca quella dei coevi Tre giovani ebrei nella fornace ardente posto un tempo di fronte allo stesso.

Fonti: La Certosa di Bologna descritta nelle sue pitture, Bologna 1772 ed. 1793; Graziani A., Bartolomeo Cesi, saggi di F. Abbate F. Di Giampaolo, Milano, 1988.

CREDITS

1. Bartolomeo Cesi, Bartolomeo Cesi, La Madonna con il Bambino, San Giovannino e i Santi Bruno e Girolamo, © Comune di Bologna

2.Bartolomeo Cesi, La Madonna con il Bambino, San Giovannino, Santa Elisabetta e i Santi Bruno e Girolamo, Londra, Collezione privata.