ASCENSIONE DI CRISTO

Cultural Heritage 360 APS

• Autore: Giovanni Maria Galli detto il “Il Bibbiena” (1618/19 – 1665)

• Datazione: 1651

• Caratteristiche: olio su tela, cm 450 x 350 ca., iscrizioni “GIO. MARIA. GALLI. 1651”

• Collocazione: Chiesa di San Girolamo della Certosa, cappella di San Bruno

Questa grande tela rappresenta una delle poche opere note del Bibiena, nome con cui si identificava Giovanni Maria Galli per via del luogo d’origine, e l’unica contenente la firma del pittore, visibile in basso assieme alla data.

Tra i dipinti eseguiti dai maestri bolognesi che compongono il ciclo cristologico della Certosa, realizzato a cavallo tra la prima e la seconda metà del XVII secolo, l’opera del Bibiena è sicuramente quella più aderente all’approccio stilistico del classicismo reniano per via della grande sobrietà di atteggiamenti e per il rigore compositivo che ne emerge.

Allievo di Francesco Albani il Bibiena interpreta sapientemente gli scritti biblici attenendosi all’iconografia tradizionale della scena. Ne risulta una composizione asciutta e pervasa da un’equilibrio perfettamente innestato nella coralità del momento sacro. L’artista concepisce il dipinto secondo una composizione ovale e simmetrica, dominata dalla figura di Cristo fortemente debitrice di quella dell’Ascensione di Ludovico Carracci dipinta per la chiesa di Santa Cristina. Il dipinto risulta allo stesso tempo testimone del nuovo clima artistico felsineo e, nonostante la chiara dipendenza dal maestro Albani, il Bibiena riesce a fare propri alcuni importanti spunti della tradizione bolognese realizzando un’opera di notevole impatto visivo.

Il restauro operato nel 1987 da Katia Ronzani ha rinvigorito una tovolozza ampiamente scurita mentre quello del laboratorio Artifigurative, finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna, ha rinforzato la tela e ritoccato alcune significative porzioni di colore.

Ai lati della tela campeggiano le effigi dei certosini vittime delle persecuzioni durante lo scisma anglicano tra il di cui fu protagonista il re Carlo VIII. Giovanni Maria Galli fu incaricato di ritrarre Jhoannes Bochester e Jacobus Urannert.

Fonti: Crespi L., La Certosa di Bologna descritta nelle sue pitture, corretta da Lucchesini G. e Calvi J.A., Bologna 1793; Ascensione di Cristo < https://www.storiaememoriadibologna.it/ascensione-di-cristo-861-opera>

CREDITS

© Museo Risorgimento Bologna | Certosa