IL MARTIRIO DI SANTO STEFANO

Cultural Heritage 360 APS

• Autore: Lorenzo Garbieri (1582-1654)
• Datazione: 1605 ca.
• Caratteristiche: olio su tela, 255 x 145,5, inv.6315
• Collocazione: Pinacoteca Nazionale di Bologna
• Provenienza: Certosa di San Girolamo di Casara, nona cappella

Citata da Luigi Crespi nella nona delle cappelline private dei monaci fatte decorare dal priore Giovan Battista Capponi nell’ultimo decennio del suo munifico priorato, il Martirio di Santo Stefano rappresenta uno dei “manifesti” della maniera di Lorenzo Garbieri, uno tra i più devoti discepoli di Ludovico Carracci.


La cupezza delle raffigurazioni risulta quasi un marchio di fabbrica di questo artista, così come ebbe modo di fornire vivida prova, tra il 1604-1605, durante l’impresa decorativa di San Michele in Bosco a Bologna. Proprio le scene appartenenti a questo corale impegno della cerchia carraccesca (perdute ma visibili attraverso incisioni, alcune dello stesso pittore) rappresenta il termine di confronto con la tela della Certosa. Nonostante la contiguità stIlistica rilevata dalla critica la datazione proposta risulta tuttavia precoce se la si confronta con le altre opere, appartenenti al medesimo ciclo, realizzate da Giacomo Cavedone, Lucio Massari e Alessandro Tiarini.
Il Martirio di Santo Stefano, così come queste ultime, venne trasferito in seguito alle soppressioni nella costituenda collezione della futura Pinacoteca Nazionale ma, prima del restauro del 1971, che ne impediva un pieno apprezzamento, non venne considerato per le sue qualità intrinseche.

Nonostante la mancanza di una piena leggibilità, che accomuna molte opere della Certosa, questo dipinto esibisce, attraverso una ricercata carica emotiva, una delle più vivide rappresentazione del martirio del santo. La rappresentazione risulta inoltre molto vicina, nei toni e nella monumentalità dei corpi, a quella consegnataci da Daniele Crespi nel dipinto dello stesso soggetto conservato alla Pinacoteca di Brera di Milano.

Fonti: Scheda 120,Pinacoteca Nazionale di Bologna. Catalogo Generale 4, Seicento e Settecento, Bentini J. et al. (a cura di), Venezia, Marsilio, 2011; Crespi L., Calvi A.J., Lucchesini A., La Certosa di Bologna descritta nelle sue pitture, Bologna, 1772, ed.1793.

CREDITS

© 2021 Pinacoteca Nazionale di Bologna